Archivio delle news provenienti dalla società G.A.I.A. S.P.A

SICCITA’: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DI GAIA

Estate e siccità, due termini che spesso vanno a braccetto ma che per fortuna non sempre finiscono a dar luogo a un'emergenza. A fine giugno il Gestore idrico GAIA S.p.A. aveva individuato una serie di criticità da monitorare su tutto il territorio, accostando l'estate in corso a quella di cinque anni prima (2012), durante la quale le prime piogge si verificarono nella seconda metà del mese di agosto e per quelle di entità tale da ricaricare le falde si dovette aspettare settembre. In questi ultimi giorni di agosto di pioggia non se ne parla ancora, ma la situazione resta nella media storica, critica soltanto nelle località dell'entroterra e nelle zone montuose.

 

Come previsto, nessun problema si è registrato in Versilia, né sul litorale Apuano. I principali sistemi acquedottistici della costa hanno finora retto il periodo di mancate precipitazioni: Campo Pozzi Frati per la zona Versilia, Sorgenti Cartaro, campo pozzi Polle, campo pozzi Stadio per Massa e gruppo sorgenti Torano, gruppo sorgenti Canalie e campo pozzi Avenza per Carrara, ovvero le principali fonti di captazione, sono ancora in grado di approvvigionare la popolazione fino alla fine di settembre anche in assenza di pioggia e perdurando le stesse condizioni di utilizzo attuali.

Invece, gli acquedotti delle frazioni collinari e montane, alimentati da piccole sorgenti disseminate nel territorio, in occasione di prolungati periodi di siccità presentano maggiori criticità. E' stato il caso delle località Pian della Fioba e Resceto di Massa, e Campocecina, Codena, Santa Croce e Foce, a Carrara. Ma soprattutto è quello che è accaduto in Lunigiana dove nel comune di Filattiera e in alcune frazioni di Fosdinovo, Podenzana, Aulla, Mulazzo, Tresana e Bagnone GAIA sta effettuando il trasporto acqua con cisterne per il riempimento dei serbatoi. Nel comune di Filattiera attualmente è stato anche disposto la sospensione idrica notturna (attualmente è  l'unico caso).

Stesso copione in Garfagnana e nella Piana di Lucca, in alcune frazioni di Barga, Careggine, Castelnuovo Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Piazza al Serchio, Molazzana, ma anche di Bagni di Lucca, Borgo a Mozzano e Pescaglia. 

In tutto sono 24.500 circa circa gli abitanti interessati dall'emergenza idrica. 

COSA FA IL GESTORE IN CASO DI EMERGENZA – GAIA ha predisposto una serie di azioni volte a mitigare eventuali e particolari disagi derivanti dalla carenza idrica: il numero verde 800-234567 riservato alle emergenze e guasti è attivo 24 ore su 24, da telefono fisso e mobile.

PREVENIRE MEGLIO CHE CURARE – L’impegno di GAIA è soprattutto orientato alla realizzazione di lavori strutturali, per la sostituzione delle condotte soggette a perdite e al controllo delle pressioni in rete, al fine di migliorare il sistema di distribuzione della risorsa. Molti di questi interventi sono attualmente in corso e impatteranno sulla mitigazione delle criticità attese nella stagione estiva, attuale e future. Altro importante obiettivo del Gestore è sviluppare una pianificazione delle risorse e delle infrastrutture nel medio e lungo periodo, anche attraverso lo strumento del Masterplan aziendale, con benefici proiettabili anche nei prossimi venti anni in termini di prevenzione degli effetti dei mutamenti climatici.